Home Chi Siamo Dove Siamo Richieste Riflessioni Incontri Convegni

Contattaci 

 

Convegni

 

 

Riflessione XII Convegno

di Francesca De Salvo

“La Carità non avrà mai fine” (1Cor 13,8)

 

Ringraziare e lodare il Signore per la grazia di questo altro Convegno vissuto nell'Amore e nella gioia della condivisione, è d'obbligo.

E' impossibile trovare le giuste parole che possano descrivere l'esperienza di fraternità che abbiamo vissuto, in virtù della presenza viva del Signore tra i Suoi figli!

Abbiamo potuto sperimentare che Gesù dona sempre con infinita generosità, servendosi di ciascuno dei presenti, attraverso sguardi che si incrociano, carezze scambiate su guance arse da un semplice sfioro, un abbraccio possente, ma eloquente, un cullarsi  reciproco sul sottofondo di un canto ristoratore dell'anima, il tutto per contribuire a far sentire il Suo Amore e farci sperimentare di essere sempre, figli preziosi.

Le giornate sono state magistralmente organizzate per sfruttare al meglio il tempo da dedicare alla preghiera, alla Santa Messa, alla formazione per un arricchimento spirituale.

Si aprivano con un caldo abbraccio di buongiorno al ritmo di un gioioso e allegro canto che, anche se ripetitivo, ci donava quel giusto brio per apprezzare il nuovo giorno in compagnia di volti e presenze che, via via, sembravano sempre più familiari.

Pensate, tra parentesi, se in casa, in ogni famiglia, ogni mattino, si potesse trovare il tempo di gioire così, abbracciandosi e baciandosi a vicenda, magari con una melodia della dolce voce della nostra “Solista Desirè”, accompagnata da un ritmato suono di congas, percosso dalle abili mani del più “carismatico dei percussionisti Giampy”,  tutto abilmente armonizzato da una  apparentemente semplice pianola che, suonata con tanto amore dalle mani di Salvatore riesce, a fare miracoli anche nel trovare la giusta nota!!... chiusa parentesi....

Tanto lavoro fatto con altrettanto amore da un abilissimo “staff” i cui nomi sono a noi ben noti per essere sempre presenti e disponibili, non dimentichiamo anche le preziose Angela e Mary!

Una forte dedizione, quella di Pino e Cinzia, ammirevole per la loro costante presenza, nonostante  importanti problemi di salute.

Un invito a staccare dalla quotidianità per immergersi in un clima intriso di “ Carità” accolto da tanti fratelli che hanno scelto di essere presenti ai forti momenti vissuti insieme. Il solito grande rammarico, invece per  chi, non è potuto essere presente o, ancor peggio, ha scelto la via del mondo che illude di appagare e distoglie dal ricevere fiumi di grazie e di liberazione.

Di seguito, mi piace riportare l'inno alla Carità di San Paolo ai Corinzi perché leggere e rileggere queste meravigliose parole, dona ricchezza alle nostre miserie e dovrebbe essere visto come una sorta di  vademecum per il cristiano che ha scelto di seguire il Signore.

Momento davvero emozionante fu il giorno in cui il Signore consegnò a Pino questo passo che sarebbe stato il faro di luce guida del XII Convegno appena concluso.

“Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carità, sono come un bronzo che risuona o un cembalo che tintinna. E se avessi il dono della profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza, e possedessi la pienezza della fede così da trasportare le montagne, ma non avessi la carità, non sono nulla. E se anche distribuissi tutte le mie sostanze e dessi il mio corpo per esser bruciato, ma non avessi la carità, niente mi giova. La carità è paziente, è benigna la carità; non è invidiosa la carità, non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell'ingiustizia, ma si compiace della verità. Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. La carità non avrà mai fine”.

Che dire poi delle “Riflessioni” che si sono succedute nei giorni, dopo quella iniziale del presidente Giuseppe Barranco che ha illustrato l'argomento trattato nei giorni, in modo molto esaustivo.

Il caro Pino con: “La carità non avrà mai fine” ci ha donato una ampia e precisa panoramica sull'argomento “Carità” che, con un po' di stupore, scopriamo che, non è mettere le mani in tasca per tirar fuori qualche spicciolo da donare, ma equivale alla parola “Amore”.

Ci siamo lasciati affascinare anche dalle parole di Giampaolo, pregnate anche di una fede autentica,  che hanno dato un prezioso contributo attraverso la spiegazione, davvero interessante, del manifesto emblema del convegno.

E poi Monsignor Gaetano Tripodo che, con il suo grande spessore, ci ha donato una piacevolissima e meditativa riflessione dal tema: ”Abitare la casa dell' amore” che instillava profonde introspettive, intercalate, per alleggerire l'argomento, da simpatiche note ironiche. 

Il giovanissimo e caro don Giuseppe Di Stefano che ha regalato alla Comunità il suo grande contributo trattando: “ Carità senza limiti – dal Corpo donato al dono del Corpo”, riflessione davvero molto profonda e, ancor più, permettendo di farci vivere un'Adorazione “superlativa”, dove la presenza del Signore vivo era tangibile: “Egli” toccava, poneva il Suo balsamo, leniva le ferite, consolava e liberava i Suoi amati figli che umilmente si riconoscevano bisognosi del Suo Amore. 

L'ultimo giorno di permanenza, infine, abbiamo avuto il piacere di gustare, non ultima per importanza e ricchezza di contenuti, la riflessione di fra Felice Cangelosi: “Perdonandovi a vicenda come Dio ha perdonato a voi in Cristo”. Affettuosamente, simpaticamente e, anche alle volte dal tono duro e inflessibile per l'argomento trattato, ha donato un'ampia rassegna sulla Carità dal punto di vista del perdono.

Momenti molto intensi e indescrivibili li abbiamo vissuti durante la preghiera di effusione dello Spirito a ben otto fratelli con una  emozionante sorpresa: Pino, sospinto dallo Spirito, ha sentito di dover aggiungere un carissimo fratello al gruppo degli effusionandi. Che dire: la condivisione nello Spirito ha fatto sentire forte il Suo soffio!

Le testimonianze, poi, hanno dato vita a delicati attimi di silenziosa attenzione, accompagnate da qualche lacrima di commozione per le meraviglie compiute dal Signore nella nostra vita!

L’ultima sera, poi, è stata meravigliosa! Un momento di riflessione a cura dei giovani della Comunità che insieme, con tanta cura e amore, hanno voluto regalare ai presenti una rappresentazione del tema che animava il Convegno.

Molto complicato concretizzare visivamente la “Carità”, ebbene siamo rimasti stupiti dall'interpretazione, attraverso una delicata danza, di due giovani sorelle Marta e Cecilia che hanno coinvolto tutti i  presenti, donando delle simboliche gocce d' Amore che dovevano essere, a loro volta, regalate ad altri fratelli per poi lasciarle cadere in una vasca, suggestivamente illuminata, a rappresentare che l'Amore non avrà fine e che, con i suoi cerchi concentrici,  cadendo nell'acqua, si propagano non terminando mai! Tutti gli altri giovani presenti hanno avuto il loro fondamentale ruolo per diffondere allegria e amore e per questo ringraziamo anche Chiara, Stefania e tutte le giovani presenze che hanno dimostrato un così grande desiderio di donare e ricevere “Carità” in nome di quell'Amore gratuitamente donato che solo Gesù ci insegna! 

Abbiamo avuto la possibilità di ascoltare, imparare, scoprire, vivere la “Carità”!

Superfluo dire che, l'aria che si è respirata, proveniva dall' Amore del Signore per i Suoi figli, figli che hanno deciso di tenersi per mano e camminare insieme in Comunità, fortemente voluta e portata avanti dai cari Pino e Cinzia. Lode a Gesù per questo XII Convegno.

 

 

Lode a Gesù per questo XII Convegno.

                                                                                              

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Liturgia

di oggi

 

 

Commento del Vangelo del Giorno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Web Master: Gruppo 2G